Relazione percorso didattico per stranieri, anno 2015/2016

 

Relazione percorso didattico per stranieri, anno 2015-2016

Nell’anno scolastico appena concluso, il doposcuola per bambini stranieri è stato frequentato da 47 alunni delle scuole elementari. I risultati raggiunti sono stati apprezzati dai rappresentanti scolastici e dagli insegnanti delle scuole di appartenenza.

    La selezione dei bambini che vorrebbero frequentare il doposcuola, avviene in collaborazione con gli insegnanti delle scuole frequentate, a cui abbiamo chiaramente comunicato che la scelta deve considerare le reali difficoltà di apprendimento e le condizioni famigliari  dei piccoli alunni, privilegiando le famiglie in difficoltà o a basso reddito.

    La presenza di ragazzi stranieri bisognosi di assistenza scolastica, nelle scuole medie e in istituti superiori, ha originato una richiesta da parte degli insegnanti interessati, ad ammettere anche questi ragazzi nel ns. doposcuola. Per accogliere questi ragazzi è stato organizzato un gruppo di lavoro composto da alcuni ex insegnanti coadiuvati da studenti. I ragazzi assistiti sono stati 18.

   Per aumentare il  numero degli studenti che collaborano con i ns. volontari del doposcuola, abbiamo organizzato una serie di incontri con gli studenti del Liceo Corradini .  Gli studenti hanno risposto con entusiasmo alle ns. proposte e 37 studenti di questo Istituto hanno affiancato i 34 studenti provenienti dall’ ITCG Aulo Ceccato, aiutando con costanza ed impegno i bambini frequentanti il doposcuola. Altri 5 studenti provenienti dal Martini di Schio e dal ITTS Chilesotti si sono presentati spontaneamente.

   Il corso, dedicato alle donne straniere desiderose di imparare la ns. lingua gestito in collaborazione con A.S.A.  ha registrato un notevole aumento di iscrizioni.                                

   Al corso tenuto c/o la Scuola Bassani, ha fatto seguito un corso parallelo tenuto nella scuola di Lampertico dedicato alle donne  straniere residenti in quell’area.  

   Delle 148  donne che hanno iniziato la scuola, 91 hanno completato il percorso didattico, di queste 77 hanno superato le 30 ore di frequenza e ricevuto l’attestato.   Il test d’ingresso che ha preceduto il corso ha evidenziato le diverse necessità delle “alunne” che sono state suddivise in 7 classi. Il corso è integrato con lezioni di educazione civica e con lezioni pratiche che mirano a rendere le donne più autonome ed in grado di recarsi in un ufficio o dal medico senza troppi timori.

   Per il secondo anno abbiamo ospitato i bambini in età prescolare, che accompagnavano le mamme a scuola, in un’aula asilo. I 49 bambini giocavano, accuditi da un gruppo di infaticabili volontarie baby sitter, mentre le mamme potevano concentrarsi nello studio.

   In un’aula studio-gioco , sono stati accolti bambini in età scolare ( non segnalati dalle scuole di provenienza) che non potevano restare a casa mentre le mamme frequentavano le lezioni.          Un gruppo di studenti supportati da una volontaria senior si operavano per aiutarli nello svolgimento dei compiti o organizzando giochi per chi non aveva necessità di essere aiutato.

   Anche quest’anno abbiamo provato a coinvolgere alcune realtà commerciali presenti sul territorio.

  Le ns. richieste di ottenere materiali didattici per aiutare i bambini più bisognosi, sono state accolte, solo dal Supermercato EuroDespar di Cà Pajella che ci ha generosamente fornito quaderni, penne, matite ed altro materiale.

   Quest’anno A.S.A. ha contribuito economicamente al progetto, fornendo gratuitamente i libri di testo alle donne frequentanti i corsi e concorrendo alle spese durante l’anno scolastico e in relazione alla festa di conclusione dei corsi.

  Il percorso didattico è stato concluso con una “festa”, che ha coinvolto le famiglie degli stranieri, i volontari Auser e A.S.A., studenti-volontari degli Istituti Thienesi, oltre a rappresentanti delle scuole e dell’Amministrazione comunale, hanno partecipato complessivamente circa 450 persone tra adulti e bambini.                                                                                                                                                                              

   La festa si è tenuta nell’ex asilo della Ca Pajella.  A tutti i partecipanti è stato offerto un “sacchetto-merenda” preparato da un gruppo di studentesse. Molte donne straniere hanno preparato dolci tipici delle loro tradizioni, I volontari delle Associazioni, coadiuvati da alcuni studenti  hanno provveduto  alla buona riuscita della manifestazione.                                                                                                                                                        

   La Ditta Brazzale di Zanè, il Panificio Pastori di Thiene e la Centrale del latte di Vicenza, ci hanno generosamente fornito : formaggio, pane e yogurt.

   L’Amministrazione Comunale,ha più volte espresso giudizi lusinghieri sul ns. operato.

   I Dirigenti Scolastici dell’Istituto Ceccato e del Liceo Corradini, Prof. Coccarelli e la Prof.ssa Zuffellato, hanno auspicato che la ns. collaborazione abbia un seguito e hanno dimostrato grande disponibilità e simpatia nei ns. confronti.

   Il Prof. Maino ha confermato l’importanza del progetto e del lavoro svolto.

   In considerazione a quanto esposto, riteniamo che il Circolo Auser di Thiene, offrendo questi servizi, migliori le possibilità di apprendimento e di integrazione di molti bambini e di tante donne residenti sul territorio ma provenienti da diverse realtà.

   Il corso di apprendimento della lingua italiana, frequentato dalle donne, è fondamentale per riuscire ad inserirle nella quotidianità e ad aumentare la loro autostima.

 

Piero Pellegri

Thiene, 02 Agosto 2016

 

 

I nostri numeri:

Bambini frequentanti il doposcuola: 47

Ore complessive di frequenza dei bambini: 2168

Ragazzi delle scuole medie o superiori frequentanti il doposcuola: 18

Ore complessive di frequenza: 323

Volontari senior che si sono alternati nel doposcuola: 20

Ore complessive di frequenza volontari senior: 1498

Studenti-volontari: 76

Ore complessive studenti-volontari: 1153

(n.b. Le ore degli studenti volontari sono  comprensive della  loro collaborazione alla festa di fine corsi)

Donne frequentanti il corso di Italiano: 148

Ore complessive di frequenza delle donne: 6928

Volontarie per il corso di italiano: 35

Ore complessive volontarie corso di italiano: 1387

Bambini ospitati nell’aula asilo: 49

Volontarie adulte per accudire i bambini nell’area asilo: 25

Ore complessive volontarie baby-sitter: 944

Studenti impegnati nell’aula asilo e nell’aula studio-gioco: 51

Ore studenti aule asilo e studio-gioco: 1412

 

  1. I numeri riportati riferiti alle volontarie impegnate nel progetto destinato alle donne straniere, comprende iscritti di entrambe le associazioni. Delle 60 volontarie, che si sono impegnate nell’insegnamento alle donne e nella gestione dell’area asilo, 34 sono iscritte alla nostra Associazione.